Uniti per il SI’ alle Riforme

Il mio contributo per il Sì al Referendum sulle Riforme Costituzionali - nasce il Comitato Brescia Est

 

di Marina Berlinghieri


Oggi 1 febbraio, presso la Casa delle Associazioni nel quartiere San Polo di Brescia, ho partecipato, insieme agli altri parlamentari Pd del territorio, alla presentazione del Comitato Brescia Est per il Sì al Referendum Costituzionale. A ottobre i cittadini saranno chiamati a votare al referendum confermativo per le Riforme Costituzionali approvate dal Parlamento, la cosiddetta “riforma Boschi”. Nei prossimi mesi, ci impegneremo ad organizzare iniziative e a svolgere incontri e dibattiti per illustrare gli importanti motivi della Riforma e l’opportunità di votare Sì al Referendum.
Diversi giuristi si sono espressi, nel tempo, sulla necessità di aggiustamenti da apportare alla seconda parte della Costituzione, che tratta della struttura dello Stato. La fine del bicameralismo perfetto, la semplificazione dell’iter legislativo, il nuovo Senato, il nuovo rapporto tra Stato e Regioni ci permetteranno di essere un Paese dove il Parlamento sarà legittimato a prendere decisioni in tempi brevi, a riacquistare la sua funzione legislativa primaria, che negli ultimi decenni si era andata snaturando a suon di decreti legge governativi.
Nel caso di questa riforma, il referendum rappresenta un istituto preventivo: basta la maggioranza dei voti validamente espressi, indipendentemente dal numero di elettori che si recheranno alle urne, per legittimare il provvedimento. Ebbene, penso che proprio in questo senso si racchiuda l’importanza dell’organizzazione di un comitato referendario: trasformare l’appuntamento di ottobre in un grande momento di mobilità collettiva dove noi italiani saremo protagonisti del nostro futuro, consapevoli che la Costituzione, profondamente vitale nella parte che riguarda i principi, i diritti e i doveri dei cittadini e i rapporti etico-sociali, ha bisogno dell’intervento di noi tutti per essere un testo al passo coi tempi e strumento di affermazione per eccellenza della democrazia.
Credo che il nostro importante dovere, nei confronti della cittadinanza, sia fornire un’informazione puntuale sul lavoro che stiamo facendo in Parlamento e sulle riforme che il Governo sta portando avanti. Creare un fronte compatto che si esprima positivamente verso la riforma costituzionale voluta dal presidente del Consiglio significa soprattutto continuare a spiegare nel dettaglio ciò che il provvedimento prevede, evitando strumentalizzazioni ma illustrando, specifiche alla mano, le migliorie che la riforma prevede per la nostra Carta e le conseguenze positive per i Cittadini e verso il Paese.

Share this article

Informazioni

Per qualsiasi informazione o richiesta, è possibile contattare la redazione, all'indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Marina per ricevere utili informazioni ed essere sempre aggiornato sulle sue attività.

Top
Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Approfondimento…